fbpx

Come è fatto? Una genesi sostenibile per i neoprodotti

Fra i temi più tangibili dell’innovazione di questo secolo: i nuovi materiali.

Fra i temi più tangibili dell’innovazione di questo secolo non possiamo fare a meno di citare quello dei nuovi materiali, in particolare quando si ha la capacità di individuare nuove applicazioni di materiali derivanti da riuso, riciclo, rigenerazione secondo il paradigma dell’economia circolare.
Per questo vorremmo prendere spunto da un volume, “Neomateriali nell’economia circolare’’, edito da Edizioni Ambiente e curato da Anna Pellizzari (Executive Director) ed Emilio Genovesi (CEO) di Material ConneXion Italia, società licenziataria del più importante network internazionale di consulenza e scouting sui materiali che ospita presso InfiniteArea una selezione della sua library.

Neomateriali-nelleconomia-circolare

Il libro affronta le tematiche dell’economia circolare dal punto di vista dei materiali, veri “protagonisti fisici” della produzione industriale, proponendo una tassonomia esaustiva di quelli che vengono definiti “circular materials” perché ottenuti a partire da fonti rinnovabili o rinnovate, e trasformati seguendo logiche di conservazione delle risorse.
In quest’ottica, sono state identificate tre grandi famiglie di materiali circolari: bio-based, neo-classici, ex-novo.
La prima famiglia, i materiali bio-based, sono incluse quelle materie che si basano sui cicli naturali di sviluppo nell'ambito del regno vegetale e animale, nonché del mondo dei microorganismi. Sono materie il cui utilizzo è stato rinnovato grazie a processi e a tecnologie che ne hanno esteso le applicazioni a settori nuovi, consentendone uno sfruttamento più intelligente e senza sprechi.
I materiali “neo-classici” sono, invece, quei materiali riciclati e ormai stabilmente entrati in diversi processi produttivi. Il riciclo è una pratica con innumerevoli vantaggi: riduce i danni ambientali provocati da altri tipi di smaltimento, come la discarica o l’incenerimento, riduce il consumo di risorse naturali, abbatte i costi di produzione e le emissioni di CO2 nell'atmosfera.
La terza categoria è quella degli “ex novo”. Si tratta di una famiglia estremamente eterogenea, composta da materiali che potremmo definire “finali” perché posizionati al termine delle catene di produzione e smaltimento: scarti provenienti da processi di trasformazione di materie prime bio-based destinate a uso alimentare e cosmetico; reflui da lavorazioni industriali o impianti di depurazione; materiali da demolizione, polveri post-incenerimento e terra raccolta spazzando le strade. È un mondo di materiali considerati a fine corsa, ma che danno invece vita a progetti di riutilizzo a volte molto interessanti in cui, accanto alle tecnologie e ai processi di trasformazione, diviene rilevante lo sviluppo della logistica necessaria alla costruzione di sistemi di raccolta e recupero.
La seconda parte del libro approfondisce le caratteristiche e i possibili sviluppi delle filiere produttive di alcuni tra i materiali più significativi, magari tradizionali ma soggetti a innovazioni sorprendenti (acciaio, alluminio, bioplastica, calcesturzzo, carta, legno, plastica, pneumatici e vetro).
Il volume si chiude con una serie di casi studio, storie esemplari di aziende e imprenditori che nel nostro paese inventano, producono e commercializzano i materiali della nuova economia.

chitina
© Material ConneXion® Inc.

Un esempio di materiale sostenibile e compostabile è una schiuma a base di chitina, biopolimero di cui sono composti gli esoscheletri di molluschi come granchi, aragoste e gamberi. Utilizzando un processo brevettato a base d'acqua, la chitina proveniente dai sottoprodotti delle industrie della pesca viene trasformata in una schiuma industriale che presenta proprietà meccaniche analoghe a polistirene (PS) e poliuretano (PU). L’azienda che la produce sta applicando questo materiale nella produzione di imballaggi B2B, come un sostituto sostenibile di polistirolo, nei settori automotive e costruzioni.

cellulosa-da-acque-reflue
© Material ConneXion® Inc.

Riempitivo di derivazione vegetale ottenuto dalla rigenerazione di diverse tipologie di residui. È costituito all’80-90% da cellulosa a al 10-20% da cenere, prodotti solitamente destinati all’incenerimento. Questo materiale cellulosico di alta qualità è ottenuto tramite una tecnologia brevettata di recupero e riciclo di fibre di cellulosa da acque reflue. Le applicazioni includono utilizzi come filler per infrastrutture, settore edile, industria chimica e isolamento.

carta-riciclata
© Material ConneXion® Inc.

Materiale composito ad alte prestazioni, biodegradabile e riciclabile, per la realizzazione di arredi e prodotti di consumo, che combina qualità estetiche caratterizzanti, resistenza e durata. Questo materiale brevettato è costituito da carta riciclata, scarti agro-forestali e un legante specificamente sviluppato inodore e a base d’acqua, utilizzando processi sostenibili. Le applicazioni includono pannelli per soffitti e rivestimenti di pareti.

Sei alla ricerca di soluzioni tecnologiche o materiali innovativi per migliorare o sviluppare nuovi prodotti? Nella selezione di materiali e processi produttivi innovativi e sostenibili della library internazionale di Material ConneXion potete toccare con mano questa e altre storie interessanti sui materiali.

+ MAGAZINE

+ NEWSLETTER

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI.

Infinite Area S.r.l. con sede in via San Gaetano, 113/A, a Montebelluna, 31044 (TV) in qualità di titolare del trattamento dei suoi dati personali (di seguito “Titolare”), rilascia la presente informativa all’Interessato nel rispetto della disciplina europea e italiana in materia di protezione dei dati personali. La presente informativa integra la policy di navigazione del sito web, allo scopo di illustrare all’Utente come il Titolare tratterà nello specifico i dati inseriti nel presente form di contatto: si invita pertanto a prendere visione della nostra privacy policy https://infinitearea.com/privacy-policy/ Finalità e base giuridica del trattamento Se si iscriverà al presente servizio, Infinite Area S.r.l. tratterà i dati personali raccolti per inviare via e-mail la newsletter contenente informazioni sui propri prodotti o servizi, nonché promozioni o inviti ad eventi ai quali parteciperà. La base giuridica consiste nella necessità per la suddetta finalità. Periodo di conservazione dei dati Il Titolare tratterà i dati sino alla cessazione del servizio o all’eventuale richiesta di disiscrizione, se precedente. Natura del conferimento dei dati e conseguenze in caso di rifiuto Il conferimento dei dati è facoltativo, ma il rifiuto di comunicarli comporta l’impossibilità di iscriversi al presente servizio. Ambito di comunicazione dei dati e categorie di destinatari Il Titolare non diffonderà i dati, che saranno comunicati esclusivamente a figure interne autorizzate al trattamento in ragione delle rispettive mansioni, nonché a professionisti, società o altri terzi che svolgono attività in outsourcing e che sono quindi nominati responsabili del trattamento con apposito contratto o altro atto giuridico. Trasferimento dati verso un Paese terzo e/o un’organizzazione internazionale I dati personali non saranno oggetto di trasferimento né verso Paesi terzi non europei né verso organizzazioni internazionali. Diritti degli interessati L’Interessato ha il diritto di effettuare la disiscrizione dal presente servizio in qualsiasi momento e potrà altresì chiedere al Titolare di accedere ai propri dati personali e di rettificarli se inesatti, di cancellarli o limitarne il trattamento se ne ricorrono i presupposti, nonché di ottenerne la portabilità. Per esercitare i propri diritti, l’Interessato può utilizzare il modulo disponibile qui e inoltrarlo al Titolare al seguente recapito: privacy@infinitearea.com L’Interessato ha anche il diritto di proporre reclamo all’autorità di controllo competente in materia, Garante per la protezione dei dati personali (www.garanteprivacy.it).

Presa visione della sopra esposta informativa, chiedo di essere iscritto al servizio di Newsletter di Infinite Area S.r.l. contenente informazioni sui prodotti o servizi di quest’ultima, nonché promozioni o inviti ad eventi ai quali la stessa parteciperà